I funerali di Francesco Lorusso

Bologna, 14 marzo 1977

“Alle ore 10 sono stabiliti i funerali del compagno Francesco Lorusso. L’ordinanza del prefetto che vietava ogni tipo di manifestazione nel centro storico, ha impedito l’allestimento di una camera ardente nel centro della città; il funerale si é tenuto alla periferia della città in Piazza della Pace. Per quanto riguarda i partiti: il PCI non ha aderito ufficialmente, il PSI ha mandato una delegazione. Da notare che il sindacato ha indetto un’ora di sciopero con assemblee in fabbrica, proprio in coincidenza con l’orario del funerale… Gli studenti hanno inviato delegazioni nelle più grosse fabbriche, per spiegare l’accaduto e richiedere un prolungamento dello sciopero. Nonostante tutto vi é stata una forte partecipazione da parte di operai, cittadini e studenti.
Al tentativo di isolamento del funerale, si é sommato lo sciopero dell’ATC, che ha di fatto impedito la partecipazione di molte persone.
Nel pomeriggio gli studenti si sono riuniti al quartiere San Donato per tenere un’assemblea che poi è stata impedita dalla polizia la quale, dopo aver bloccato il ponte, ha circondato il quartiere. Gli studenti allora si sono divisi in delegazioni per fare interventi nelle fabbriche; venivano intanto accuratamente seguiti da elicotteri della polizia. I pullman che andavano verso il centro sono stati fermati dalla polizia che ha fatto scendere con i mitra spianati gli studenti, perquisendoli e fermando chi era senza documenti o in possesso di limoni.
Al termine delle assemblee nelle fabbriche, gli studenti si sono riuniti al cinema Minerva per valutarne i risultati: si é notato un grado notevole di disinformazione tra gli operai su quanto era avvenuto nei giorni precedenti. In assemblea si é inoltre deciso di mandare una delegazione alle Aldini per chiedere agli studenti l’utilizzazione di tre aule come luogo di riaggregazione del movimento”.

(documento del Collettivo di controinformazione del movimento)

3 comments

  1. ho rivisto con molta nostalgia le foto di bologna 77 Lo vedete quel ragazzo con il colletto bianco al centro nella foto si chiamava rosario non c’e’ piu’ Vi confesso una cosa mi mancano tanto quei tempi sono stati gli anni piu’ belli della mia vita ciao

  2. Certo che mi ricordo, ero anch’io dietro ai compagni che tenevano la bara.
    Gabriele qui si vede benissimo, assieme ad altri di Lotta Continua.
    Un giorno da dimenticare: sembrava impossibile che Francesco fosse dentro quella bara, lui che amava tanto le vita ed era una persona così dolce e pacifica…
    Grazie per aver pubblicato le foto. Mi hanno fatto tornare indietro di oltre trent’anni. Allora ero uno studente medio di 5a del Collettivo Righi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *