13 comments

  1. C’ero anch’io, anche se non mi sono visto nelle foto, ma il ricordo del concerto è riemerso prepotente. Grazie

  2. E’ vero che eravamo in quella che i media dell’epoca chiamavano “Il riflusso” ma c’era ancora tanta vitalità e ci si scopriva fra noi irrimediabilmente diversi. A questo proposito ascoltatevi “Ho girato ancora” del compianto Claudio Rocchi. Fu uno shock per me quella canzone, perchè era l’epitaffio per la fine di un grande squarcio atemporale, ma mi aiutò a capire e a trovare la mia strada. Quel concerto fu bellissimo. Anche se non ho mai capito il perchè del lancio gratuito di zolle del campo sul palco. Oltre alle verve di Patty che conoscevo bene dai suoi scritti e dai suoi bellissimi album, mi piacque tantissimo Lenny Kaye il chitarrista che non ricordo bene in quale song si lanciò in un assolo hendrixiano di grande levatura. Grazie per ricordare e per le splendide foto. Hasta siempre compagneros!

    1. quelle zolle le uso’ per dichiarare il suo amore per l’Italia
      se le strofino’ sul volto e disse
      “I love Italy”

  3. Volti Che Appartenevano Nella Parte Piu’ Remota Della Memoria, Ma Che Erano Sempre Stati Li’, Dimenticati, Come Un Vecchio Floppy Disc,…………………….. E Poi,Volti Che Appartenevano Nella Parte Piu’ Remota Della Memoria, Ma Che Erano Sempre Stati Li’, Dimenticati, Come Un Vecchio Floppy Disc,…………………….. E Poi,…… Con Un Paio Di Click….. Vedendo Quei Volti io ero li ,Grazie Enrico…… Con Un Paio Di Click….. Vedendo Quei Volti io ero li ,Grazie Enrico

  4. Foto 2243, concerto Patty Smiths Bologna, sono Paolo, il tipo ricciolino in piedi a destra ….. ti scrive ….GRAZIE,

  5. Guardate i visi di altre feste degli anni prima, pure quella paranoicissima e costipata di parco Lambro 76, c’erano risate e balli, ingenuità come lo spogliarsi nudi e i girotondi, tutta gente che si divertiva e sembrava essere arrivata lì dalla luna proprio in quel momento. E osservate solo pochissimi anni dopo i musi lunghi, gli atteggiamenti corrucciati, sembravamo tutti dei pusher di provincia che avessero baruffato col dealer. I polli dicono sia stato per l’eroina, come se la roba non fosse stata una conseguenza ad altro: no, gente, s’era raggiunto un apice e adesso si iniziava a scendere e a scendere sino ad arrivare a oggi. Fortunato chi c’è stato, chi ha riso e poi magari poi ci s’è avvilito. Fortunato chi in due o tre anni ha visto e vissuto la frattura, e soprattutto c’era stato anche prima che tutto ciò accadesse.

  6. CARO ENRICO SONO DELLA PROVINCIA DI NAPOLI E HO VISSUTO QUEI GIORNI INTENSAMENTE, ANNI TRAVOLGENTI IL 12 MARZO A ROMA ALLA MANIFESTAZIN NAZIONALE ….GLI SCONTRI , …COMPRESO PATTY SMITH A BOLOGNA … LO STESSO CONVEGNO CHE SI TENNE A SETTEMBRE ., EVENTO CHE HANNO SEGNATO UNA GENRAZIONE SE NON PIU DI UNA …COME MAI NON HAI FATTO FOTO AL CONCERTO RADUNO DI 3 GIORNI A LICOLA VICINO NAPOLI ? DOPO PARCO LAMBRO FU UN’ALTRA BELLA ESPERIENZA. COMUNQUE QUEGLI ANNI MI RIMANGONO NEL CUORE ….MAGARI UN TESTO CON TUTTE LE FOTO DI QUELL’ANNATA SCONVOLGENTE SAREBBE BELLO …LO COMPREREI SICURAMENTE.

  7. che bei ricordi, quante emozioni! Anch’io ero al concerto di Patty e rivedere queste foto è una gioia, soprattuto di questi tempi!

  8. …sono del 62 di Milano, e a bologna quel giorno c’ero anch’io con migliaia di ragazze e ragazzi come me….ricordo il piazzale della stazione con le aiuole zeppe di gente con i sacco a peli, ricordo i biglietti falsi del concerto (una fotocopia senza timbro SIAE….interessa ?……e una entrata secondaria dello stadio dove molta gente è entrata gratis….io ero in curva alla destra del palco in alto e la Patty era davvero piccolina….ma comunque è stata una giornata mitica…..

  9. Verso metà concerto ricordo di essere svenuta, ero in piedi. Ero a una certa distanza dal palco.
    Quando sono rinvenuta ero ancora in piedi ma sotto il palco.
    La calca mi aveva tenuta in piedi e sorretta!

  10. Caro Enrico
    se hai fatto tu queste foto sei un grande
    mi hai riportato indietro di 30 anni
    le ho trovate per caso e raccontano la maggior parte dei miei ricordi di quei giorni tra roma e bologna (e firenze)
    grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *